0371 - 67846
info@youexpo.com

INTELLIGENZA SMART MA SEMPRE UMANA

13 Lug 2017

L’Intelligenza Artificiale tra presente e futuro

Che la società sia ogni giorno più intrisa di tecnologia è sotto gli occhi, o meglio, negli smartphone di tutti. Che l’Intelligenza Artificiale rappresenti uno degli argomenti più misteriosi in circolazione, anche. Ne sentiamo parlare da tempo ma, solo negli ultimi anni, è diventato un tema mainstream. Questo perché si stanno intensificando le ricerche e gli investimenti e sta aumentando la curiosità verso un fenomeno che guiderà la prossima rivoluzione digitale.
Ma quale é la definizione precisa di Intelligenza Artificiale? In realtà non esiste una definizione univoca e questo perché la materia, pur provenendo dal mondo dell’informatica, affonda le sue radici anche nella psicologia e nella neurologia. L’Intelligenza Artificiale é la scienza che studia la realizzazione di macchine intelligenti per ottimizzare processi ed è strettamente collegata al modo di pensare e agire di ognuno di noi e, quindi, alle scienze cognitive.

E gli esempi non mancano. Si pensi ad Alpha Go di Google, che ha sconfitto il campione mondiale di Go, uno dei più complessi giochi di strategia; a Xiaoice di Microsoft, primo chatbot che ha scritto poesie, ma anche a Sophia (video qui sotto), primo robot con una fisionomia simile a quella umana.

Esempi a cui se ne possono aggiungere altri, a riprova del fatto che i campi di applicazione sono molteplici. Si va da tecnologie in grado di monitorare la qualità di aria e acqua, a quelle capaci di diagnosticare malattie. Da non dimenticare, poi, il settore automobilistico e quello assicurativo, con importanti risvolti nella previsione del rischio.

Uno scenario, quindi, in fermento. E ben testimoniato da numeri e previsioni. Dati che costituiscono sempre una cartina di tornasole per fotografare la diffusione del fenomeno. Secondo un recente studio infatti, entro il 2018 il 75% della aziende includerà sistemi di intelligenza artificiale, mentre la crescita dell’IA raggiungerà circa il 55% entro il 2020. Il tutto anche se nel Piano Nazionale Industria 4.0 del MISE non si parli dettagliatamente di Intelligenza Artificiale.

In ogni caso l’Intelligenza Artificiale ha aperto scenari sconosciuti e, anche l’Italia, dovrà affrontarlo in maniera adeguata. Il tutto per mettere a tacere i pessimisti, che vedono il mondo dominato dai robot. Non sappiamo se questa eventualità potrà verificarsi in futuro. Ma sappiamo che gli algoritmi, per quanto precisi, non saranno mai in grado di sostituirsi all’uomo. Quindi ben venga l’Intelligenza Artificiale ma sempre con un occhio di riguardo alle relazioni personali, motore di qualsiasi strategia marketing. Presente e futura.

Be Positive!

Leave a Reply